Home » Articoli Ching & Coaching » Il Cambiamento

Il Cambiamento

Il Cambiamento - Ching & Coaching

Il cambiamento, cambiare, sembra essere il principale leitmotiv della nostra società. Sia l'I Ching che il Coaching sono maestri di cambiamento

Alla radio si parlava di psicologia e l'argomento del giorno era "il Cambiamento". Se ne parla tanto negli ultimi anni!
Moltissimi lo auspicano, tanti lo temono.
In genere si ritiene che la capacità di cambiare sia un fatto positivo, che la flessibilità porti dei vantaggi.
Forse si desidera che il cambiamento sia un fattore positivo da contrapporre alla fatica e allo stress del cambiamento stesso. Certo, l'argomento è molto complesso.
Come persona il Cambiamento è stato parte integrante della mia vita: cambiamenti imposti da altri, cambiamenti casuali, cambiamenti desiderati per fuggire da qualcosa o per cercare qualcosa. Ho cambiato famiglia, casa, città, lavoro, vita, e più di una volta.
Come Coach e come appassionata di I Ching mi trovo spesso a parlare di Cambiamento.
L'I Ching è chiamato anche Libro dei Mutamenti, quindi è sicuramente un esperto di Cambiamento.
Ed è proprio nell'I Ching che troviamo qualche sorpresa, con buona pace di coloro che inneggiano al cambiamento fine a sé stesso.
L'I Ching parla spesso di cambiamenti, ma nella maggior parte dei segni indica come adattarsi, far fronte, e leggere i cambiamenti esterni.
  • Spesso ci invita a cambiare strategia, e ancora più spesso a cambiare tattica.
  • Spesso ci segnala che qualcosa è cambiato e ogni volta che compare una linea mobile ci sta indicando un bivio della nostra vita.
Ma solo in un segno (il n° 49: La muta, La Metamoforfosi) l'I Ching ci suggerisce di attuare un profondo cambiamento, radicale,  in noi stessi.
Anche il Coaching viene spesso definita una tecnica, un supporto, per attuare cambiamenti.
Ma quando chiedo di compilare la documentazione propedeutica al primo incontro, in cui chiedo di raccontarmi a ruota libera i desideri da realizzare e i cambiamenti che si vorrebbero attuare a sé stessi e alla propria vita, in genere ricevo indicazioni estremamente generiche di "Maggiore serenità".
Poi, indagando, scopro che molti hanno desideri di cambiamento imposti da altri.
E poi, finalmente, si arriva al nocciolo. E allora compaiono i desideri più veri, quelli interiori, quelli personali. E allora, sintetizzando, si scoprono due tipi di cambiamento.
  • Il primo conferma la verità di ciò che ha scritto Richard Bach: "mai ti si concede un desiderio senza che ti sia concesso il potere di farlo avverare": si desidera realizzare rapidamente il cambiamento che in realtà è già in atto dentro di noi.
  • Il secondo è il desiderio di cambiamento per far fronte a variazioni dell'ambiente.
E questo corrisponde perfettamente a quanto raccontato dall'I Ching.
E allora? Come fare a capire quale cambiamento desideriamo o quale cambiamento dobbiamo attuare?
Nel Coaching, e nella mia vita, procedo sempre nello stesso modo (e funziona!): mettere a confronto fatti e opinioni, ma si questo parleremo un'altra volta.

Pubblicità